New York New York

E’ un luogo comune: a New York si mangia benissimo, ho provato di tutto, francese, italiano, coreano, giapponese e chi più ne ha…volevo solo fare un piccolo appunto riguardo la semplicità di alcuni posti, che solamente preoccupandosi della qualità dell’offerta (o quasi) riescono a soddisfare palati di tutti i tipi (compresi vip, giocatori di basket, modelle, rock star…tutto quello che puoi incontrare a New York).

Adoro il Brunch, e nella grande mela è quasi ovvio il sabato e la domenica, fare un pranzo-colazione molto “sostanzioso”…che ti lascia energico fino a cena (praticamente un pranzo che inizia un’ora prima e finisce un’ora dopo e per smaltirlo devi camminare kilometri…).

Due i luoghi che mi hanno colpito di più per le caratteristiche già dette sopra e per me essenziali in un ristorante di qualità: attenzione alla materia prima e semplicità.

I panini del “Saint Ambroeus”nel Westvillage, Ristorante e Espresso Bar dal 1936 (così dice la scatola dei fiammiferi che mi sono rubata  ), sono speciali. Piccole focaccine al formaggio con pomodoro e mozzarella di bufala, insalatina, omelette, panino integrale fatto in casa con prosciutto e fichi e naturalmente il mitico Bellini cocktail…  www.santambroeus.com

 

E Pulino’s a Bowery? Un bar pizzeria radical chic dove la pizza più gettonata, tra le tante è con i funghi e l’uovo al piatto (Leggera!!!  ), l’american breakfast con le patatine fritte tagliate a mano e i pan cake con ricotta di bufala e miele…mmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm!!!!! (Palestra per un mese, altro che camminata)…anche qui champagne cocktail con polpa di frutti di bosco, delicious!!! www.pulinosny.com

A bit of NY…

 

 

 

 

Comments