LE REGOLE [di Honey Bee]

Nel giorno di San Valentino vorrei consolarvi, amici e amiche, chiusi in casa per il terrore di uscire a cena e trovarvi circondati da coppiette che tubano disgustosamente e sfacciatamente ad ogni angolo di strada.

Non siete soli, ci sono migliaia di single come voi che bestemmiano questa festa e che la passano chiusi in casa a bere (uomini) o a leggere libri idioti (donne) sulle regole di come farsi amare e come portare avanti una relazione, del tipo:

1) NON CHIAMARLO

2) NON MANDARGLI MESSAGGI

3) A VOLTE NON RISPONDERE ALLE TELEFONATE (PREFERIBILMENTE IN SERATA)

4) AI MESSAGGI RISPONDI DOPO ALMENO 50 MIN.

5) NON PARLARE DI SENTIMENTI, RAPPORTI, ETC.

Oppure (sempre donne) potete guardare film paradossali tipo “Come farsi lasciare in 10 giorni”. Benjamin (ovvero quel figo di Matthew McConaughey) incredibilmente ancora single, pubblicitario, scommette con un amico che riesce a stare con una donna per più di dieci giorni (ne va della sua carriera). Ma sfortunatamente per lui incontra Andie (Kate Hudson), giornalista, che sta lavorando per un articolo che ha come titolo “Come perdere un uomo in dieci giorni”. Inizia una tragicomica sequenza di errori che normalmente le donne fanno con gli uomini (tipo lasciare lo spazzolino da denti a casa sua, piombare a sorpresa durante le cene con i suoi amici, assillarlo con visioni della loro futura vita insieme, etc) che dovrebbe portare ad una rottura ma che in realtà rinforza il rapporto fino all’eccezionale “happy ending”.

Dico “eccezionale”, amiche, perchè trattasi di “eccezione”.

E per questo vorrei citare il pensiero dello scrittore  Albert Espinosa, autore di “Tutto quello che avremmo potuto essere io e te se non fossimo stati io e te” che condivido: “Un uomo che ho conosciuto in ospedale mi ha parlato un giorno delle diverse modalità che le persone hanno di amare, similissime ai pezzi degli scacchi. C’è chi ama come gli alfieri, facendo mosse lunghe e certe, chi invece ama come i cavalli con scatti improvvisi e casuali e chi infine ama come i pedoni, procedendo lentamente di una casella per volta. Ma i pedoni, per quanto lenti, sono in grado di percorrere passo dopo passo tutta la scacchiera, raggiungere il fondo e cambiarsi poi in altri pezzi.”

Ognuno di noi è diverso e ama in modo diverso.

Non possono esserci regole uguali per tutti.

Lo so che vi deluderò,  ma devo dirvelo: se vuoi amare, ama.

Ama a modo tuo, con le tue parole e i tuoi fatti, ma non ti trattenere, non ti frenare, non seguire “le regole” perché non saprai mai quanto potrà durare quel sentimento, se un attimo o tutta la vita. E quando pensi qualcosa di bello, quando hai un pensiero d’amore per un’altra persona, devi chiamarla e dirglielo. In un mondo così cinico ed egoista, la possibilità di provare qualcosa per un estraneo che è appena entrato nella tua vita è un miracolo e come tale va celebrato. Non solo a San Valentino ma ogni singolo giorno della tua vita. Poche chiacchiere: se lui o lei vi ama, ricambierà, altrimenti sarete liberi di dare il vostro amore a qualcun altro. Se siete da soli adesso, sbrigatevi a uscire da casa: c’è qualche “eccezione” là fuori che vi sta aspettando…

Honey bee.

 

T-Shirt: Love is all there is Kiki de Montparnasse Printed stretch cotton jersey

Comments