L’affascinante toscanaccio paninaro…’INO!

Adoro i panini, mia madre francese mi ha cresciuta con Baguette e qualsiasi cosa dentro e mio padre, tosco-romano, decantava lo sfilatino con la frittata che mangiava felicemente durante le sue merende d’infanzia. Panino al latte, burro e scaglie di cioccolata nera oppure pane casareccio con burro e miele, e la focaccia ripiena? E la rosetta con la mortadella? E poi i miei adorati panini gourmet trés chic… Trovo che sia completo di gusto, di memoria ed evocatività, di semplicità ma anche estetica e finezza… il panino è tutto!  Comunque non sono qui a raccontare me, ma…

“L’affascinante toscanaccio paninaro” [mi perdonerà per questa definizione un po’ osè? :-)]

Alessandro Frassica!!

Il genio creatore di ‘Ino,

che ha da poco pubblicato e presentato il suo libro, redatto con Maria Teresa di Marco: Pan’Ino, di Guido Tommasi Editore.

Ci siamo fatti una breve [ma intensa] chiacchierata in quel di Eataly a Roma, seduti su un divanetto di fronte ad un bel caffè…

Ecco l’intervista!

Com’è nato’Ino?
Mi occupavo di moda e abbigliamento, vengo da una famiglia di “bottegai” toscani, poi ho deciso di prendermi un anno sabatico ed ho cominciato a viaggiare per l’Italia… Ho incontrato persone interessanti, visto luoghi bellissimi, ho conosciuto le materie prime e i meravigliosi ingredienti che abbiamo in Italia… e poi ho deciso di raccontarli, e quale strumento migliore se non il panino? Da qui nasce ‘INO!

Chi è Alessandro e chi è ‘Ino? Ale e Ino sono due facce della stessa medaglia. ‘Ino è un diminutivo [di panino ovviamente], Ino è Alessandro e tanto altro, un nome semplice ma pieno di contenuti, un vero e proprio brand [e lo era ancora prima che nascesse praticamente, dentro la mia testa]. Anche Il logo, che viene da un mio tatuaggio, è un simbolo che racchiude tanti significati! [Il suo tatuaggio e il logo di ‘Ino vengono da un quadro, o meglio un arazzo di Beato Angelico che si trova ai Musei Vaticani nella Cappella di San Lorenzo… ]

Si ma, chi è Alessandro!? Ok ci provo :-)… Una persona che ricerca il bello in tutto: “la vita va vissuta con gusto” e questa è la mia ragione di vita.

E il piccolo Ale, cosa voleva fare da grande? Il Meccanico di formula uno e la scuola di meccanica elettronica che poi alla fine non ho fatto, ho cominciato con la moda e poi ‘INO!!!

Ispirazioni: luoghi, persone, parole che ti porti dentro

  1. Luoghi: Sono un Nomade …quindi tutti i miei viaggi mi ispirano!
  2. Le Persone con cui ho scelto di condividere la mia vita
  3. Parole? INO :-)! Ovvio!

Made in Italy, un prodotto e una ricetta che ami… in giro per l’Italia: Nord: Gorgonzola e la ricetta? Risotto burro parmigiano con una spolverata di tartufoCentro: Mi viene in mente l’olio extravergine d’oliva, e poi una ricetta per me veramente evocativa: i tortellini della mia mamma, romagnola! Sud: Le alici di Cetara e… pasta al ragù!

Viaggi e food: vivere colori, sapori ed emozioni di altre culture, raccontami… Il Giappone! Un viaggio che mi ha segnato, ha cambiato il mio rapporto con il cibo. Sono stato 2 settimane, per lavoro, ho fatto panini per un pubblico favoloso, pieno di curiosità e rispetto!

Perché dovrei comprare il tuo libro Pan’Ino? Perché è fatto con amore, perché dentro c’è ‘Ino e tante belle persone che hanno contribuito a realizzarlo!

Il tuo messaggio da condividere con noi giovani alla ricerca di un perché [e forse, anche di un lavoro]: non è lamentandosi che si ottengono i risultati, fuori da qui c’è un mondo… chi sposa una causa e ci mette impegno e volontà, ce la fà!

Un panino per fare sesso? Per Eataly a Roma, ho deciso di scegliere dei nomi per i miei panini, me ne vengono in mente tanti ma forse “Fichissimo” è il più adeguato…. Hahaha! 🙂 [Fichissimo: prosciutto crudo e mostarda di fichi, la semplicità rustica tra la sapidità e la dolcezza]

Cibo e Amore: un panino per dire ti amo… Anche questo è già in menu da Eataly a Roma… “I love you” con gorgonzola e alici di cetara [due ingredienti di cui sono follemente innamorato! :-)]…

Botta e Risposta

COSA TI SERVE PER ESSERE FELICE? Quello che ho

SE NON QUI DOVE? Da un’altra parte

DI COSA HAi UNA SCORTA? Cioccolata!

LA PRIMA COSA CHE PENSi APPENA SVEGLIO? Che fortuna oggi c’è un’altra giornata!

DI COSA SEI PARTICOLARMENTE FIERO? Di quello che faccio

L’OGGETTO PIU’ IMPORTANTE IN CASA? La lavatrice

IL POSTO DOVE ti VENGONO PIU’ IDEE ? Sempre in giro …

COSA STAI LEGGENDO? la decrescita di Baruch

L’ULTIMA COSA CHE FAI PRIMA DI DORMIRE ? Spengo la luce

QUANTO CONTA IL SENSO DELLA VITA ? Conta, Conta… Con la C maiuscola!

COSA C’E’ SEMPRE NEL TUO FRIGO? Poco

COSA NON INDOSSEREBsti MAI ? Una pelliccia

COSA NON SMETTERESTI MAI DI MANGIARE? Pane e Olio

PAROLE CHE ODI: Invidia!

PAROLE CHE Ami: Amore!

E’ stato difficile, devo dire, estorcergli qualche informazione su Alessandro, da bravo uomo di marketing si è sbilanciato pochissimo… ed ha promosso in ogni risposta il suo Brand ‘Ino… verso la fine dell’intervista però si è sciolto un attimo ed è stato molto divertente [come supponevo che lui fosse].

Alla fine di tutto però ci siamo salutati velocemente, io sono scappata, e mi sono dimenticata di comprare il suo libro! Nooooooo, tornerò presto ad assaggiare le sue delizie e a rubare un acopia di Pan’Ino :-)!!

Qualche scatto di ‘Ino da Eataly a Roma:

 

www.inofirenze.com

Comments