I DOLCI DELLA CONTESSA [E NON SOLO!]

CIAO RAGAZZE DAI 12 AI 112 ANNI CHE VI DILETTATE AI FORNELLI (O SIETE COSTRETTE A FARLO…CHE NON VI VA PER NIENTE) ECCOMI QUA CON LE MIE “RICETTE FURBE” DI DOLCI, TORTE E BUDINI CHE VI FARANNO FARE UN FIGURONE A “FATICA QUASI ZERO”!
PRIMA VI DICO DUE PAROLE SU DI ME, TANTO PER ROMPERE IL GHIACCIO (ANCHE LE SCATOLE DICE LEI…GRAZIEEE BEN GENTILE…!!!!!!!!!!!!!)
HO FATTO TANTI LAVORI NELLA MIA VITA, MA SEMPRE DA “PADRONCINA” SENZA VINCOLI DI ORARI D’UFFICIO ECC.(CHE POI E’ MOLTO PEGGIO E PIU’ RISCHIOSO DEL POSTO FISSO, PROPIO UNA FESSERIA…CHE SI FINISCE COL LAVORARE IL DOPPIO E PURE LA DOMENICA E I FESTIVI! (UGUALE UGUALE ALLE CASALINGHE? DITE VOI, BEH SI’, NON CI AVEVO PENSATO, PARDON..!)
MA TORNIAMO IN CUCINA. MI E’ SEMPRE MOLTO PIACIUTA LA CULINARIA (GIA’ DI PER SE NOME ACCATTIVANTE ED EROTICO) E FIN DA PICCOLISSIMA ANDAVO A SCOCCIARE MIA NONNA, UN MITO, MENTRE PREPARAVA I SUOI MANICARETTI.
VERSO LA QUARANTINA HO VISSUTO SEI ANNI IN PUGLIA IN MEZZO AGLI ULIVETI, BELLISSIMO MA…CHE PALLE! E COSI’ UN BEL GIORNO DECIDO DI ISCRIVERMI A UN CORSO BASE DI CUCINA, ANCHE SE GIA’ ERO DISCRETUCCIA AL FORNELLO, CHE MI E’ STATO UTILISSIMO.
DA ALLORA RIESCO A RIPRODURRE QUALSIASI RICETTA, O QUASI.
AMO PARTICOLARMENTE FARE I DOLCI PERCHE’ QUANDO CUOCIONO PROFUMANO INVECE DI PUZZARE ORRENDAMENTE TIPO IL CAVOLFIORE BUONISSIMO E CHE FA BENISSIMO (E’ PURE UN ANTITUMORALE ACCERTATO) MA CHE TI TRASFORMA LA CASA IN MEN CHE NON SI DICA IN UNABETTOLA,
PERCHE’ POI NELLE BETTOLE CUCINANO SEMPRE I CAVOLI NON E’ DATO SAPERLO, SALUTISTI A OLTRANZA? PER NON PARLARE DEL FRITTO, BUONISSIMO PURE LUI, MA CHE LO DEVI FARE LI’ PER LI’, TRA SHCIZZI DI OLIO BOLLENTE CHE PER SCHIVARLI TI FAI UNA SEDUTA GRATUITA (ALMENO QUELLO) DI AREOBICA AVANZATA E POI TORNI DALLA FAMIGLIA O DAGLI OSPITI CHE PUZZI DI BRUTTO, TUTTA SUDUTA, INCAZZATA (IO SI’, NON SO VOI) E DESIDERANDO FORTISSIMAMENTE UNA DOCCIA CHE, OVVIO, NON TI PUOI FARE!

E ORA PARTIAMO CON LA PRIMA RICETTA DOLCE:  LA “TIMBALA” CHE NON E’ UN DOLCE ESOTICO MA UNA CREME CARAMEL IN VERSIONE SARDA, ME L’HA INSEGNATA UNA GRANDE CUOCA DI LURAS – TEMPIO PAUSANIA. LA BASE E’ QUELLA DELLA CREME CARAMEL TRADIZIONALE:

PER 12 PERSONE SERVONO 300 GR. DI ZUCCHERO PER IL CARAMELLO – METTERE LOZUCCHERO IN UN PENTLINO APPENA COPERTO DI ACQUA (LO ZUCCHERO NON IL PENTOLINO), FIAMMA FORTE, MAI GIRARE E LASCIARE CUOCERE 15/20 MINUTI FINCHE’ NON DIVENTA BELLO SCURO –

PER IL COMPOSTO:
1 LITRO DI LATTE INTERO – 8 UOVA – 250 GR. DI ZUCCHERO E 1 BUSTINA DI VANIGLIA –
SBATTERE BREVEMENTE UOVA E ZUCCHERO AGGIUNGERE IL LATTE FREDDO E LA VANIGLIA E PASSARE IL TUTTO DA UN PASSINO A TRAMA SOTTILE PER 3/4 VOLTE COSI’ TUTTE LE IMPURITA’ DELLE UOVA SI ELIMINANO. VERSARE NELLA FORMA PRIMA IL CARAMELLO E POI IL PREPARATO E
CUOCERE IN FORNO (A 180° GRADI) A BAGNOMARIA (PENSATE UN PO’ A CHE VITA FA ‘STA POVERA MARIA SEMPRE A MOLLO NELL’ACQUA BOLLENTE!) PER UN’ORA ATTENTISSIME PERCHE’ L’ACQUA NON DEVE MAI BOLLIRE (ALTRIMENTI IL COMPOSTO NON RESTA BELLO LISCIO VENGONO LE BOLLE PURE A LUI (ALLERGICO?) IL SAPORE RESTA LO STESSO MA L’ESTETICA E’ ROVINATA!) IN CASO DI PERICOLO AGGIUNGERE ACQUA FREDDA.
PER LA TIMBALA TUTTO UGUALE MA AGGIUNGENDO AL LATTE DUE BICCHIERINI DI RUM SCURO E DUE TAZZINE DI CAFFE’ BELLO FORTE (QUELLO CHE AGGIUNGETE DI LIQUIDO LO DOVETE TOGLIERE AL LITRO DI LATTE) PIU’ UNA MEZZA CONFEZIONE DI AMARETTI (QUELLI PICCOLINI BELLI SECCHI) SBRICIOLATI – A CHI PIACE ANCHE UNA MANCIATA DI SCAGLIETTE DI CIOCCOLATO – IO PREFERISCO SENZA –
L’ALTRA MEZZA CONFEZIONE DI AMARETTI VI SERVIRA’ PER GUARNIRE LA CREME CARAMELCHE, PER PRESENTARLA AL MEGLIO POTETE USARE LE VASCHETTE MONO-POZIONE O LA FORMA COL BUCO CENTRALE CHE ANCHE CON QUELLA, FARETE SEMPRE LA VOSTRA PORCA FIGURA!
LA “RICETTA FURBA” NASCE DA UNA SERA CHE AVEVO L’ACQUA ALLA GOLA, POCHISSIMO TEMPO, OSPITI A CENA E…NON POTEVO PROPIO STARE LI’ A FARMI IL MAZZO IN MEZZO ALLE DUE CIOTOLONE COL PASSINO IN PUGNO E TRAVASA LI’ E RITRAVASA LA’ E LA COTTURA IN FORNO LUNGA CHE NON PUOI DISTARTI UN’ATTIMO CHE L’ACQUA SI METTE A BOLLIRE E TI FREGA LA RIUSCITA DEL DOLCE E ALLORA SAI CHE TI FACCIO? AGGUANTO UNA CONFEZIONE DE L SACROSANTO PREPARATO ISTANTANEO PER CREME CARAMEL DELLA ELAH (CHE DIO LA BAENEDICA) E VOILA’ IN DIECI MINUTI IL DOLCE E’ PRONTO, SBATTUTO IN FRIGO PER UN’ORETTA (DI SOLITO PREPARO IL GIORNO PRIMA PERCHE’ LA CREME CARAMEL PIU’ STA IN FRIGO E PIU’ E’ BUONA, OCCHIO CHE IL TEMPO NON SIA TROPPO PERO’!)  MA DI NECESITA’ VIRTU’ SALVA! OH, NESSUNO SI E’ ACCORTO DELLA DIFFERENZA, TANTI COMPLIMENTI (CHE GLI PIGLIASSE PERO’….CHE HO SFACCHINATO A FARE FINO AD OGGI?)! E ALLORA DAI, FACCIAMOCI FURBE E, ZITTE ZITTE, RIFILIAMOGLI IL FAX-SIMILE…TANTO….!!!!!!!!!!!!
CIAO PUPE. ALLA PROSSIMA E, STATE TRANQUILLE CHE SARA’ PIU’ STRINGATA. UN CIAO CIAO DALLA VOSTRA CONTESSA CHE CUCINA CON LA CORONA IN TESTA…DOVESSE ARRIVARE QUALCUNO ALL’IMPROVVISO…NON SI SA MAI…MEGLIO TENERSI PRONTE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Comments