FUCKING APERITIVE

Lo so, sono dannatamente all’antica.

D’altronde fortunatamente gli uomini continuano a mandarmi fiori ed io continuo ad adorarli (i fiori e gli uomini:).

Ma se il corteggiamento è un comportamento ormai relegato al galateo ottocentesco, non sarà forse che la nostra civiltà, invece di evolversi, sta regredendo ad uno stadio animale?

Diceva bene Hugh Jackman interpretando il personaggio di “Leopold” dal 1876 al suo amico, nostro contemporaneo: “Quando fai la corte ad una donna, devi dichiararlo. Devi mandarle lettere, fiori e comunicarle il tuo interesse. Altrimenti come fa una donna a capire che le interessi?”

Ecco, io attendo ancora questi segnali per capire che un uomo effettivamente è interessato, mentre l’uomo di turno semplicemente intende come dichiarazione di massimo interesse il solo fatto di saltarti addosso a fine serata.

Ma il bello non è ancora arrivato: ormai gli uomini non tentano neanche di farti passare una serata piacevole prima di arrivare al punto.

Se tempo fa ci provavano a fine serata, poi a fine cena, adesso ci provano direttamente dopo l’aperitivo.

Ora, non  dico che non ci siano casi in cui il feeling che si crea tra due persone è talmente travolgente che vorresti buttare per aria il tavolino che ti divide dal tuo lui e possederlo sul divanetto del locale però è abbastanza raro che accada e sono casi eccezionali, non proprio routinieri.

Quindi l’educazione vuole che tu “uomo” osservi almeno qualcuno dei seguenti punti:

1)    Pronuncia qualche complimento credibile (a seconda della ragazza con cui stai), da “stasera sei bellissima” al minimo “che carino questo vestito che indossi”.

2)    Scegli un locale adatto alla serata e prenota tu.

3)    Entra per primo nel locale, scegli il tavolo e fai accomodare la tua lei.

4)    Tieni una conversazione viva e stimolante per il tempo dell’aperitivo.

5)    Fai almeno una battuta divertente….se non ti viene niente in mente, preparati una barzelletta e raccontala per rompere il ghiaccio.

In sintesi…più stile, ragazzi, più stile!

Honey Bee.

 

Comments