EMANUELE VESCI DJ

Emanuele Vesci è nato a Roma nell’82. Molto presto ha cominciato a suonare alla Suite, il Gilda, Caffè Renault, Mantra, Maison, Area, da Modo e persino all’LP di Cortina. E poi ha cominciato a fare sul serio: Spaziop 900, il Loft a Pietralata, il teatro Brancaccio dove fece il suo primo live presentando la sua prima produzione in collaborazione con il SAINT LOUIS COLLEGE OF MUSIC. Collabora con il Polimoda di Firenze e club come il Yab ed il Privée.
Le opportunità per accrescere le sue skills professionali sono arrivate con il dj set con Fairmont e Kenny Carpenter all’apertura del Bloom a Roma. Ha recentemente diretto per la RAI l’audio mixing della serata finale di Miss Italia. Ora è resident alla Maison di Roma (il famoso locale di GiGi e Tony Millepanini…) e continua a suonare agli eventi più in della Capitale. Oggi vive tra Berlino e Roma,  continua a studiare e frequenta il Saint Louis College of Music, pupillo del maestro Luca Spagnoletti.

INTERVIEW:
SE DICO FOOD TU COSA DICI?
Premetto che non ho problemi con il cibo, sono di bocca buona quindi  una persona che si adatta molto alla citta’ o posto dove si trova, sono abbastanza esigente, non vado matto per sushi, cinese, thai, indiano, ecc ecc.

CUCINI? TOVI IL TEMPO? MUSICA MENTRE SEI AI FORNELLI…
Assolutamente si !!! mi piace cucinare, inventarmi sempre qualcosa di nuovo ai fornelli, sono famoso per fare cene a casa con amici prima delle serate, il tutto accompagnato da buona musica di sottofondo….

LA RICETTA O IL PIATTO PREFERITO…
Una ricetta precisa non ce l’ ho… ma un piatto che mi sta a cuore si, è un classico per me buonissimo.
PASTA CON POMODORINI PACHINO – POLPA DI POMODORO – MOZZARELLA – PARMIGIANO – è uno dei miei piatti preferiti, ovviamente la mozzarella si scioglie con tutto il resto.

IL RISTORANTE, IL LUOGO, IL VIAGGIO, LA CULTURA, I SUONI CHE TI SONO RIMASTI DENTRO… C’è da dire che per problemi fisici non ho viaggiato molto , ma ho ripreso a viaggiare da 2 -3 anni (all’estero). Come viaggio, prendo spunto da quello che mi ha segnato di piu’ come crescita di vita ma anche come esperienza musicale.
BERLINO! E’ una citta’ multi-etnica dove trovi veramente di tutto, supermercati in queste grandi gallerie dove hai l’imbarazzo della scelta a fare la spesa…
LA GALLERIA ALEXANDERPLATZ – LAFAYETTE
I ristoranti che mi hanno colpito di piu’ sono il GRILL ROYAL sulla Fridistrasse del mio amico Boris , ottimo per la carne, il WHITE TRASH, particolarissimo, arredato come un ristorante vietnamita ma cucina tex – mex con live di musica rock e ogni settimana un programma diverso, dove si mangiano i classici hamburger, nachos, patatine fritte, cesar sald, il tutto condito da un ambientazione e camerieri molto particolari.

Il COOKIES, la discoteca che  al piano di sopra ha il ristorante vegetariano, buonissimo con ricette innovative….molto divertente, se uno poi deve andare in discoteca li ti fai cena e dopo cena !!!! Per non parlare poi del club  VISIONARE, il BAR 25 e il PANORAMA BAR……paese dei balocchi. In sintesi penso che sia una città che t’influenzi a 360 gradi su tutto. E’ un popolo molto esigente sul bere, sul mangiare, sulla musica, sul cinema, sulla moda, sull’arte, su tutto! Questo penso sia la loro forza…
Influenze musicali?… Tutte dalla musica classica / disco /  italo disco / deep / house / elettronica e sperimentale trovi veramente di tutto !!!
Troppe cose avrei da raccontare…

Comments