Cristina Bowerman [io poetessa]

Glass Hostaria –  Trastevere:

Oramai sarà qualche mese che ci sono andata, forse il menu sarà cambiato, ma non la maestria di una delle mie chef preferite: Cristina Bowerman, Pugliese di nascita, Americana di adozione, un genio sfrontato, che da spago alla sua fantasia senza mai essere troppo impertinente, ma con gran carattere.

Avevo preso degli appunti per scrivere una recensione con i fiocchi ma rileggiendoli mi sono resa conto di come li ho buttati giù tutti di un fiato, estasiata dai sapori sono diventata poetessa per un attimo…

Gamberi rossi, calamaro alla piastra, tartare di manzo, filetto di piccione, pane nero di seppia e frutta candita,  gnocchi, crema di porri e salsa mignonette,

ostrica,

violette,

una carezza di velluto il rumore del mare condensato in polvere, una perla di seta …

Amo il nero e la pietra dura, la piccola, piccola pasticceria, pazzesco. Amo.

Sento tutti i sapori uno diverso dall’altro

indistintamente

e poi si uniscono in un amore perfetto

procreano emozioni.”

Le immagini racconteranno tutto il resto

Contatti:

Glass Hostaria, Vicolo del cinque, 58 – Roma

Tel: +39 58335903

www.glass-restaurant.it

Comments